COMUNE SPV: E’ UFFICIALE “IL PAESE SI MUOVE VERSO LECCE”

Postato il

l’aula consiliare di San Pietro Vernotico

SAN PIETRO VERNOTICO – Riceviamo e pubblichiamo il documento redatto dai partiti di magigoranza circa la situazione dal fronte provinciale. In definitiva, con una votazione semi trasversale vista la votazione di Ragusa, si è deliberato il passaggio del paese sanpietrano alla Provincia di Lecce. Di seguito, punto per punto, riportiamo il testo integrale:

Chi ha votato in Consiglio Comunale: “Nella seduta del consiglio comunale del 28 settembre 2012, la maggioranza che sostiene il Sindaco Pasquale Rizzo composta da UDC con Maurizio Parisi, Faggiano Carmelina, Orlando Nasta, Guido De Vitis, Antonio De Blasi, Insieme per Rizzo con Marangio Maurilio, Elia Pierfrancesco, Massimo Paladini, Noi Centro con Piero Tondo, Fli con Marangio Angelo nonchè il consigliere di opposizione del PDL Francesco Ragusa hanno deliberato il passaggio di San Pietro Vernotico alla provincia di Lecce.”

Cosa si è deliberato: “Tale deliberato rappresenterà, adesso, il punto di partenza per la Regione che deve formulare una proposta di ridisegnazione dei territori provinciali pugliesi da sottoporre al governo. Dopo un percorso che ha visto in questi giorni, un ampio coinvolgimento della popolazione attraverso la consultazione informale indetta dagli stessi partiti della maggioranza (e non voluta dal Partito Democratico, Italia dei Valori e SEL) ed il coinvolgimento delle associazioni del territorio, si è approvata la delibera di consiglio comunale che prende in forte considerazione anche il consenso mostrato nelle iniziative proposte.

Chi si è astenuto dal voto: “Unico punto negativo che occorre rimarcare è che, di fronte ad una decisione così importante per il nostro paese, i partiti di opposizione non hanno coinvolto in nessun modo i cittadini ed inoltre, i consiglieri comunali di opposizione del PD Esposito, Argentieri e Solazzo, di Nuovamente Democratica Giordano e dell’Italia dei Valori Ancora, si sono astenuti dal votare la delibera che propone che San Pietro Vernotico entri a far parte della provincia di Lecce”.

Cosa chiedeva l’opposizione: “Avevano proposto di deliberare la richiesta di modifica del piano di riordino e quindi della legge (come se il consiglio comunale abbia competenze in merito) per accorpare Lecce, Brindisi e Taranto per poi, nel caso in cui il Governo non avesse aderito alla richiesta, avviare le procedure per trasferirsi a Lecce. Nel frattempo come ovvia conseguenza avremmo fatto parte della Provincia di Brindisi/ Taranto.”

Perché?: “Abbiamo compreso i motivi per cui hanno rifiutato un coinvolgimento dei cittadini: avrebbero dovuto convincerli della opportunità di far parte della Provincia di Taranto per poi, con un procedimento complesso che prevede un referendum, chiedere di trasferirsi a Lecce. In concreto tradire la volontà popolare per accontentare il Partito ed i suoi rappresentati provinciali e regionali. E’ come dire che, il PD sampietrano ha più a cuore le esigenze del partito rispetto alle volontà dei cittadini: d’altronde, questo è quello che hanno fatto in tanti anni di governo della nostra cittadina e che oggi intendono fare con Italia dei Valori ed il suo consigliere Daniele Ancora che ha dichiarato di essere espressione di tale partito! Il sindaco Rizzo e la sua maggioranza, invece, responsabilmente e senza piegare le ginocchia di fronte a nessuno dovendo rispondere per il mandato ricevuto solo ai cittadini di San Pietro V.co (in soli tre giorni lavorativi e non festivi e senza pubblicità adeguata sono state raccolte quasi 1800 firme per la Provincia di Lecce e 30 circa per Brindisi/Taranto), hanno proposto e votato in Consiglio Comunale l’annessione di San Pietro Vernotico alla provincia di Lecce.”

Il PD, a questo punto, faccia muovere i suoi consiglieri Regionali (non certo il Consigliere Romano visto che non ha mai partecipato alle riunioni in Provincia seppure invitato) ed i suoi Deputati atteso che, se viene cambiata la legge per costringere Lecce a subire la grande Provincia con Taranto e Brindisi (questo ha proposto il PD Sampietrano e Italia dei Valori), non sarà necessaria una delibera comunale visto che tutti faremo parte della grande provincia sperando che Brindisi o Lecce siano capoluogo!

Le segreterie cittadine di UDC, Insieme per Rizzo, Fli, Noi Centro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...