SAN PIETRO VERNOTICO: È GUERRA (fredda) ALL’AMIANTO

Postato il

partito il censimento sull’amianto a San Pietro Vernotico, ma…

CIMG3719

SAN PIETRO VERNOTICO – È iniziato da diversi giorni il censimento dell’amianto nel Comune di San Pietro Vernotico. Lo stesso viene reso noto tramite una lettera aperta del sindaco Pasquale Rizzo alla comunità cittadina. Tale strumento è deputato alla valutazione della dimensione del problema dal punto di vista quantitativo e sanitario, “al fine di ottenere contributi regionali/ministeriali/comunitari per la loro bonifica.” Smaltire l’amianto, nella consistenza dei fatti, non è un’operazione semplice ed immediata. Essa consiste in complesse ed onerose operazioni tecniche ed occorre prevenire eventuali abbandoni o interventi di rimozione impropri che provocherebbero gravi danni ambientali e sanitari. Quel che il sindaco chiede ai sanpietrani è, quindi, una “massima collaborazione e partecipazione di tutti, in quanto solo con una Banca Dati aggiornata riusciremo nell’intento di tutelare la nostra salute e di garantire ai nostri figli un ambiente più sano e vivibile.” Una volta accumulati dati sufficienti e necessari, infatti,  sarà più facile per il Comune ottenere le risorse finanziarie e distribuirle di conseguenza ai cittadini che hanno partecipato al Censimento. Come segnalare l’amianto? Per segnalare la presenza di amianto sul territorio, è sufficiente ritirare presso l’ufficio tecnico la scheda del CENSIMENTO o scaricarla direttamente dal sito web del Comune di San Pietro VernoticoSi può inviare il tutto, sia con documenti cartacei che tramite mail, entro il 30 giugno 2013.

 Onor di cronaca ci porta, però, a fare una piccolissima osservazione: lo scrivente, già nel luglio 2010 attraverso le pagine di Senzacolonne, aveva portato alla conoscenza dell’Amministrazione e dell’ormai ex assessore Aldo Garofalodell’evidente degrado di diverse zone del paese (nello specifico si parla di zona “caprariche”) dove puntualmente venivano rilasciati carichi di amianto. Tre anni fa la notizia non fece discutere ma, anzi, venne accolta con sufficienza. Era necessario attendere il 2013 per eseguire il censimento dell’amianto? Sono passati ben tre anni, eccessivamente troppi per tutelare in tempo l’ambiente che ci circonda.

Reportage amianto a San Pietro Vernotico – luglio 2010 – 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...