Intrattenimento

TEATRO DON BOSCO: DOMENICA TORNA “TUTTO IN VENTIQUATTRORE”

Postato il

a grande richiesta, torna in scena la Compagnia “La Sita” di Torchiarolo

1623572_614394435282934_1416968834_nSAN PIETRO VERNOTICO – Si aprirà alle 20.00 di domenica 23 marzo il sipario del Teatro don Bosco di San Pietro Vernotico per la messa in scena della replica della commedia brillante “Tutto in ventiquattrore”, scritta e diretta dal giovane regista sanpietrano Raffaele Costantini.
La Compagnia amatoriale “La Sita” di Torchiarolo, dopo il grande successo della prima rappresentazione di questa Commedia, andata in scena il 1 Febbraio scorso, replicherà le curiose e intricate vicende della famiglia Barbetta, alle prese con una valigetta ventiquattrore e con il suo inaspettato contenuto. Il tutto condito dal contributo di una serie di altri variopinti personaggi, tra cui un rapinatore, un sacerdote, una suora, un ispettore di polizia ed uno strano personaggio, anch’egli in cerca della “fortuna”…
Dieci saranno gli attori che, come già successo in occasione della “prima”, si divertiranno e faranno divertire il pubblico del Teatro “don Bosco”: Francesco Palermo, Vitoronzo Miccoli, Giuseppina Merola, Raffaele Perrone, Maria Rosaria Bacca, Davis Marra, Elvira Perrone, Giovanni Castrignanò, Giuseppe Liaci, Gisella Palermo.548968_423716754350704_1304560043_n
“La Sita” nacque nel 2010 per volontà di 14 soci fondatori.
Il “battesimo” sul palcoscenico da parte della Compagnia, con un cast di “attori” tutti esordienti, si ebbe con la sua partecipazione, con ottima soddisfazione di pubblico e critica, all’8^ Concorso di Teatro amatoriale “Domenico Modugno”, con la rappresentazione della Commedia “La Famiglia Capasone”. In quella occasione, uno dei suoi attori, ricevette anche il premio di “miglior caratterista”.
La Compagnia si è distinta, in questi 3 anni di attività, anche per l’ideazione e l’organizzazione di diverse manifestazioni di carattere musicale-teatrale tenutesi a Torchiarolo e Lendinuso.
“Tutto in ventiquattrore”, la seconda Commedia che “La Sita” sta portando in giro in questo periodo, rappresenta un “lavoro” del tutto inedito e mai rappresentato da nessun altra Compagnia.

Per informazioni: 329/5485212347/9580677

il presidente
Giovanni Castrignanò

Annunci

LECCE CAPITALE DELLA CULTURA DEL BUON CIBO

Postato il

image006

LECCE – In partnership con Provincia di Lecce, Comune di Lecce, Lecce2019, Camera di Commercio e Salento d’Amare, i giovani promotori del movimento Dieta Med-Italiana, annunciano le date di svolgimento a Lecce di “Capitale della Cultura del Buon Cibo – Festival della Dieta Med-Italiana” che avrà luogo dal 26 aprile al 4 maggio 2014 nella centralissima e storica piazza Sant’Oronzo.
Questa terza edizione dell’evento nazionale si presenta con tre grandi novità:

· svolgendosi ad un anno esatto dall’apertura di Expo2015, verrà presentata al pubblico partecipante la mission dell’importante esposizione universale di Milano;

· sarà effettuata un’importante sperimentazione di accessibilità, con uno stand appositamente e opportunamente allestito per accogliere persone con disabilità e permettere loro la fruizione delle diverse componenti dell’evento (degustazioni, formazione, esperienze, etc.);

· è a sostegno della candidatura della città di Lecce a Capitale Europea della Cultura 2019.

 

Leggi il seguito di questo post »

IL DIALETTO SANPIETRANO IMPAZZA SU FACEBOOK

Postato il

nasce il progetto per creare il dizionario “dialetto/italiano”

1797492_10202392198199426_1468434380_n

SAN PIETRO VERNOTICO – Attivo da poco ed è già un successo. Il gruppo “Dialetto sanpietrano”, pensato da Pierluigi Covelli, è infatti entrato su facebook da qualche tempo e può già contare ben 800 membri. Tema fondamentale è ovviamente il dialetto caratteristico del paese di San Pietro Vernotico. Obbligotorio, per chi scrive e commenta sull’apposita bacheca, è l’utilizzo della lingua vernacolare. Nessun accenno italiano, quindi, solo un rigoroso folklore linguistico. L’obiettivo, oltre a socializzare virtualmente, è quello di riscoprire con l’aiuto di tutti i detti, i proverbi e le usanze della storia sanpietrana. Il tutto può comunque essere accompagnato da una utile traduzione. L’intento, infatti, è quello di riuscire a realizzare un vero e proprio dizionario “dialetto/italiano”, aperto e fruibile da tutti. Il progetto di Pierluigi Covelli, infatti, non si esaurisce su facebook. È stato da poco registrato il dominio dialettosanpietrano.com all’interno del quale sarà presente a breve il dizionario che sarà rigorosamente opensource. Un’ottima idea, quella di Covelli, pensata per chi ama le proprie radici linguistiche e folkloristiche, ed alla quale tutti possono liberamente contribuire e far crescere questa già numerosa comunità. Se non siete ancora iscritti, potete tranquillamente farlo cliccando QUI

LECCE: OTTAVIANO AUGUSTO AVREBBE SOSTATO A ROCA CON VIRGILIO NEL 44 AC

Postato il

Ottaviano Augusto, Virgilio, Enea e Michelle Obama accomunati dagli ulivi del Salento

Ottaviano Augusto - Michelle Obama
Ottaviano Augusto – Michelle Obama

LECCE – A distanza di duemila anni dalla morte di Ottaviano Augusto, deceduto il 19 Agosto dell’anno 14 d.C., spunta oggi un curioso studio (e una bella coincidenza) secondo cui il primo imperatore romano, dopo il suo sbarco a Roca nel 44 a.C., si sia accampato in un campo di ulivi a metà strada tra Roca e Lecce, nelle vicinanze della Masseria dei Gesuini, proprio in quelle campagne di Strudà che ora ospitano l’ulivo ultramillenario “La Regina” assegnato due anni fa alla First Lady americana Michelle Obama. Non solo, visto che insieme e al seguito di Cesare Ottaviano Augusto vi era anche Virgilio e che nella sua Eneide racconta dell’approdo di Enea in terra salentina, con ogni probabilità il grande poeta ha voluto far sbarcare il suo eroico protagonista esattamente dove qualche anno prima lui stesso aveva toccato l’italica terra.

Lo studio è di Michele Doria, presidente dell’Oleificio sociale S. Anna di Vernole e appassionato di storia e di Salento. A riprova di quanto afferma, Doria cita Appiano Alessandrino e Nicola Damasceno i quali, l’uno nella “Storia Romana” e l’altro nella “Vita di Augusto giovane”, scrivono che Ottaviano, alla morte di Cesare, era in Apollonia (Albania) per la sua formazione culturale e, una volta ricevuta la tragica notizia, volle tornare in Italia e che, per il timore di essere riconosciuto, consigliò lo sbarco non a Brindisi né ad Otranto, ma in un porto intermedio, il porto di Roca, collegato con un’antica strada alla città di Lecce. A metà di questa strada si fermò in una radura con il suo seguito, tra cui Virgilio, ed inviò alcuni emissari a Lecce per verificare se gli abitanti fossero dalla parte della famiglia Iulia o dei repubblicani. Al loro rientro riferirono ad Ottaviano della lealtà espressa dai leccesi nei suoi confronti. Augusto, sgravato da ogni timore, si recò a Lecce, consolidò il manipolo dei suoi seguaci con dei validi cavalieri messapici ed iniziò il viaggio verso Roma. Successivamente, da imperatore, riconoscente per l’appoggio ottenuto dai Leccesi, unificò i territori dei Messapi e dei Sallentini in una nuova provincia Romana detta Calabra ed elesse Lecce a capoluogo della stessa. Leggi il seguito di questo post »

MISS WINTER SALENTO: TORNA NEL 2014

Immagine Postato il

Momenti. Ph Enzo dell atti (4)

BRINDISI – Il terzo Casting a Brindisi il 19 Dicembre, per scegliere le ragazze che sfileranno a concorrere per il titolo di reginetta Invernale del concorso organizzato dalla associazione flashback di Brindisi su tutto il territorio Regionale.
Anche quest’anno il concorso che ha nelle sue principali finalità, la scoperta di giovani talenti, regine di bellezza, e la promozione del territorio,  da fare conoscere anche attraverso i mezzi di comunicazione a disposizione della associazione.
Un concorso immerso nel sociale abbracciato da  molti professionisti e richieste di partecipazione  provenienti da tutta la regione,  che si dedicano nel loro tempo libero, giunto alla sua terza edizione e che segue i presupposti del concorso estivo Miss Summer Salento sempre organizzato dalla associazione che ha visto giudicare le reginette concorrenti da diversi rappresentanti il mondo della moda, dello spettacolo e della comunicazione. Nel corso dell’estate è intervenuta a favore del concorso anche la nota giornalista di moda Mariella Milani, oggi presidentessa di Torre Guaceto riserva naturale protetta della provincia di Brindisi.
Diverse sono le località dove svolgere quest’anno la serata, in cui la provincia di Brindisi è il territorio più favorito seguito dalle numerose richieste  di ospitalità  provenienti da location della provincia di Lecce, e che si svolgerà nel mese di febbraio 2014.
Un cast che vede nel Patron e Direttore Artistico Marcello Altomare, organizzatore insieme a Nico Fiore e l’insegnate Sportiva e Coreografa Valentina Cino con  volontari tecnici e professionisti provenienti da tutta la regione,  dell’arte della fotografia di moda  pronti a dare la giusta preparazione alle giovanissime aspiranti miss a entrare nello showbuisness dello spettacolo con accenni preparatori in occasione dell’evento. Particolare attenzione alla formazione a 360° delle giovanissime aspiranti Miss attraverso e non a caso la scelta di una insegnate diplomata sportiva nella organizzazione del concorso, in considerazione della giovanissima età delle partecipanti e della preparazione posturale del portamento necessaria per affrontare  la serata.
Una linea, quella del concorso, non uniformata ai classici concorsi di bellezza attraverso le varie prove che di solito vengono svolte nei tradizionali concorsi di bellezza, ma attraverso una preparazione mirata al fascino della moda attraverso sfilate con abiti di giovani stilisti appositamente selezionati nell’ambito della promozione del territorio del progetto di cui si è fatto carico l’associazione. Sono queste le dichiarazioni di Marcello Altomare Direttore artistico e presidente della associazione promotore.
I grossi risultati, come testimoniano anche i grossi media regionali che ci seguono,  prosegue,  ottenuti in questi anni, spingono sempre di più gli organizzatori a proseguire i progettti che ci siamo presupposti  di realizzare, perché, non ostante sulla stampa in questo periodo si leggono polemiche sui concorsi di bellezza, questi rappresentano una strada di rispetto e di valorizzazione del mondo delle donne, e fino a quando si registrano enormi numeri di partecipazione anche di democrazia.
L’appuntamento quindi per le selezioni di Brindisi, è per giovedì 19 Dicembre 2013. Le selezioni si svolgono su tutto il territorio pugliese e la partecipazione e aperta anche alle ragazze fuori del territorio. Le selezioni sul territorio sono svolte per agevolare gli spostamenti delle innumerevoli richieste di partecipazione che ogni giorno l’associazione riceve.
L’età delle candidate è dai 15 ai 18 anni, ed obbligatoria della presenza di un genitore se minori. Durante le selezioni saranno svolte tutte le pratiche legali necessarie per lo svolgimento del concorso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“IL RAGIONIERE DELLA MAFIA”: IL NUOVO FILM DI FEDERICO RIZZO

Postato il Aggiornato il

10 Ottobre 2013 uscita nazionale del film Angelo Bianco il ragioniere della mafia in oltre 100 sale

il_ragioniere_della_mafia_poster

Da Giovedì 10 Ottobre 2013 uscita nazionale del film Angelo Bianco il ragioniere della mafia” del regista pugliese Federico Rizzo. Il film girato in tutta Italia e in buona parte in Puglia e Basilicata, è tratto dall’omonimo romanzo di Donald Vergari, già inviato speciale della trasmissione Mediaset Striscia la notizia, con il quale ha guadagnato il Premio della legalità a Casal di Principe (NA), paese nativo di Roberto Saviano; il Premio Stella Fuorimetrica a Borghetto Santo Spirito (SV) e il Premio In Tv a Piombino (LI). Dopo il 3 settembre data che ha visto l’anteprima nazionale a Brindisi, il tour di presentazione della pellicola ha fatto tappa a Matera, Montescaglioso, Potenza, Calvello, Salandra e Ancona.

ragioniereIl Film, presentato con successo in anteprima mondiale al Montreal Film Festival e al Marché du Film a Cannes, ha come protagonista l’attore Lorenzo Flaherty (attualmente concorrente a Ballando con le Stelle con Milly Carlucci su Rai 1) accompagnato da un ricchissimo cast: Ciro Petrone ed Ernesto Mahieux, già noti nelle pellicole di Matteo Garrone Gomorra e L’imbalsamatore, Tony Sperandeo, Rosalinda Celentano, Franco Neri, Simona Borioni, Marika Frassino, Nando Irene, Salvatore Ruocco, Massimo Galantucci e molti altri. Il regista Federico Rizzo si è avvalso inoltre della partecipazione di Francesca Testasecca, Miss Italia 2010, e di alcune finaliste delle varie edizioni come Anna Munafò, Benedetta Piscicelli, Sara Izzo e Alessia Tedeschi. Il casting è stato curato dalla Magilla Spettacoli.

La trama: Angelo Bianco (Lorenzo Flaherty) è un ragioniere milanese con origini pugliesi con il vizio del gioco e del rischio. In una puntata sbagliata al casinò matura un debito che non può saldare che mette a rischio la sua vita, ma grazie alla sua abilità con i numeri il suo creditore gli fa una proposta che egli non può rifiutare: diventare il Ragioniere della Mafia, anzi delle Mafie.

Federico Rizzo
Federico Rizzo

Dovrà gestire su scala mondiale i profitti delle maggiori organizzazioni criminali italiane, destreggiandosi come un equilibrista tra la vita e la morte, tra le richieste dei Capi Famiglia. Stretto in questa sudditanza che gli toglie il fiato, il ragioniere decide di rilanciare: inizia a compiere operazioni sempre più rischiose il cui esito positivo gli consente una scalata nellorganizzazione. Entrato in pieno nel gioco, Angelo Bianco sfida i narcotrafficanti colombiani e riorganizza un vero e proprio piano di marketing per superare la crisi del dopo Falcone e Borsellino. Questo lo porta sempre più vicino alla vetta del potere ma sempre più lontano da sé stesso fin quando, oltrepassando tutte le regole del gioco, si rende conto di aver perso il bene più prezioso: la liberta. E per riacquistarla dovrà vincere la sfida più difficile: uscire vivo dalla Mafia e realizzare uno dei piani più ingegnosi nella storia del crimine.

Info e prenotazioni al 360.261143

ALDO BUSI: “I COMUNI PIENI DI TANTI DON RODRIGO”? RACCONTA LA TUA ESPERIENZA SU “PRIMA PAGINA”

Postato il

Aldo Busi al teatro Ghione di Roma
Aldo Busi al teatro Ghione di Roma

Sagace, tagliente, acuto ed ironico. Questi i primi aggettivi che potrebbero descrivere al meglio il genio poetico e scrittorio di Aldo Busi. Presentata la sua ultima fatica letteraria “E baci”, prima alla festa del Fatto Quotidiano alla Versiliana, poi al teatro Ghione di Roma, Busi propone agli italiani ed ai suoi lettori un’analisi etica e morale della politica italiana. Dalle tangenti alla mafia, dal servilismo alla non cultura italiana, lo scrittore denuncia i caratteri più oscuri e contraddittori del Paese ed al contempo reclama a gran voce che il popolo si desti una volta per tutte. Tra le tante analisi grottesche affrescate con le tinte ed i tratti che lo hanno da sempre reso l’opinionista italico più originale, Aldo Busi chiosa ironicamente:

Aldo Busi
Aldo Busi

“i Comuni italiani si sono riempiti di tanti don Rodrigo. Con tracotanza mostrano fieri i loro pennacchi, credendo di intimorire persino i cittadini che li hanno votati”.

Non poteva essere più chiaro e veritiero, considerando quanto la cronaca negli ultimi tempi stia raccontando episodi che raffigurano personaggi pubblici con le vesti di manzoniana memoria. Ciò accade sia in grandi città che nei piccoli paesi. Per questo motivo, Prima Pagina coglie spunto dalle provocazioni di Busi per chiedere a voi lettori di raccontare qualche vostro in episodio in cui un personaggio pubblico più che svolgere il proprio dovere sia stato un bravo o un don Rodrigo. Potete raccontare brevemente la vostra “avventura” scrivendo un commento sotto il post, oppure scrivendo una mail a marangio.marco@gmail.com specificando il Comune in cui si è svolto il fatto.