Prima Pagina

BIBLIOTECA MELLI: LUPIAE COMIX TI SPIEGA IL FUMETTO

Postato il

giovedì 27 marzo ore 16:00

immagini dal mondo fantasticoSAN PIETRO VERNOTICO – Il fumetto come non l’avete mai letto. Questa la prerogativa che è alla base del prossimo evento organizzato dalla biblioteca comunale Melli di San Pietro Vernotico, per mano di LiberMedia. Dopo i precedenti eventi, la biblioteca pare le porte al mondo del fumetto. Grazie alla collaborazione con Lupiae Comix, prima scuola di fumetto in Puglia, si potrà scoprire la forza narrativa e letteraria del fumetto che, da sempre snobbata dalla letteratura contemporanea propriamente detta, ha trovato il suo riscatto anche grazie alla rivoluzione apportata da Frank Miller. Lupiae Comix parlerà di effetti visivi, grafici ed ambito cinematografico sino a finire nel backstage della realizzazione del fumetto. Il tutto passerà attraverso un laboratorio teorico/pratico organizzato dalla biblioteca Melli d dall’Istituto Tecnico De Marco – Valzani di San Pietro Vernotico. L’incontro inizierà alle 16:00 presso la sede dlla biblioteca in via S. Antonio 140.

TEATRO DON BOSCO: DOMENICA TORNA “TUTTO IN VENTIQUATTRORE”

Postato il

a grande richiesta, torna in scena la Compagnia “La Sita” di Torchiarolo

1623572_614394435282934_1416968834_nSAN PIETRO VERNOTICO – Si aprirà alle 20.00 di domenica 23 marzo il sipario del Teatro don Bosco di San Pietro Vernotico per la messa in scena della replica della commedia brillante “Tutto in ventiquattrore”, scritta e diretta dal giovane regista sanpietrano Raffaele Costantini.
La Compagnia amatoriale “La Sita” di Torchiarolo, dopo il grande successo della prima rappresentazione di questa Commedia, andata in scena il 1 Febbraio scorso, replicherà le curiose e intricate vicende della famiglia Barbetta, alle prese con una valigetta ventiquattrore e con il suo inaspettato contenuto. Il tutto condito dal contributo di una serie di altri variopinti personaggi, tra cui un rapinatore, un sacerdote, una suora, un ispettore di polizia ed uno strano personaggio, anch’egli in cerca della “fortuna”…
Dieci saranno gli attori che, come già successo in occasione della “prima”, si divertiranno e faranno divertire il pubblico del Teatro “don Bosco”: Francesco Palermo, Vitoronzo Miccoli, Giuseppina Merola, Raffaele Perrone, Maria Rosaria Bacca, Davis Marra, Elvira Perrone, Giovanni Castrignanò, Giuseppe Liaci, Gisella Palermo.548968_423716754350704_1304560043_n
“La Sita” nacque nel 2010 per volontà di 14 soci fondatori.
Il “battesimo” sul palcoscenico da parte della Compagnia, con un cast di “attori” tutti esordienti, si ebbe con la sua partecipazione, con ottima soddisfazione di pubblico e critica, all’8^ Concorso di Teatro amatoriale “Domenico Modugno”, con la rappresentazione della Commedia “La Famiglia Capasone”. In quella occasione, uno dei suoi attori, ricevette anche il premio di “miglior caratterista”.
La Compagnia si è distinta, in questi 3 anni di attività, anche per l’ideazione e l’organizzazione di diverse manifestazioni di carattere musicale-teatrale tenutesi a Torchiarolo e Lendinuso.
“Tutto in ventiquattrore”, la seconda Commedia che “La Sita” sta portando in giro in questo periodo, rappresenta un “lavoro” del tutto inedito e mai rappresentato da nessun altra Compagnia.

Per informazioni: 329/5485212347/9580677

il presidente
Giovanni Castrignanò

LECCE: MICHELE MIRABELLA MODERA “AGRICOLTURA, ALIMENTAZIONE SALUTE”

Postato il

tavola rotonda a Lecce sulle sfide dell’agroalimentare pugliese

 

Michele Mirabella
Michele Mirabella

LECCE – Avrà luogo sabato 22 marzo, alle ore 9.30,presso l’Hilton Garden Inn di Lecce un’importante tavola rotonda dal titolo “Expo2015 – Agricoltura, Alimentazione e Salute: le sfide dell’agroalimentare pugliese”. Promosso dal Rotary Club Lecce, l’incontro si ispira alla mission della manifestazione universale Expo2015 e intende affrontare il delicato tema della futura sfida dell’agroalimentare per quanto concerne la Puglia.
Toccherà al prof. Michele Mirabella moderare i numerosi interventi di relatori e interlocutori di grande esperienza (in allegato il programma dell’incontro) scelti tra amministratori, agronomi, medici, produttori e specialisti del settore.
«L’agricoltura è il settore primario – riferisce Giuseppe Mauro Ferro, Presidente del Rotary Club Lecce – e lo sarà sempre di più, in quanto, oltre ad assicurare l’approvvigionamento di cibo, è centrale nelle nuove sfide globali dell’umanità. L’agricoltura è alla base di un futuro in cui le persone e il pianeta possano vivere in armonia e deve giocare il ruolo “primario” che le spetta. In questo processo diviene fondamentale la tecnologia, ma senza storia è vuota. Dobbiamo spiegare che la Food Security non è soltanto la sanità degli alimenti. Leggi il seguito di questo post »

LECCE CAPITALE DELLA CULTURA DEL BUON CIBO

Postato il

image006

LECCE – In partnership con Provincia di Lecce, Comune di Lecce, Lecce2019, Camera di Commercio e Salento d’Amare, i giovani promotori del movimento Dieta Med-Italiana, annunciano le date di svolgimento a Lecce di “Capitale della Cultura del Buon Cibo – Festival della Dieta Med-Italiana” che avrà luogo dal 26 aprile al 4 maggio 2014 nella centralissima e storica piazza Sant’Oronzo.
Questa terza edizione dell’evento nazionale si presenta con tre grandi novità:

· svolgendosi ad un anno esatto dall’apertura di Expo2015, verrà presentata al pubblico partecipante la mission dell’importante esposizione universale di Milano;

· sarà effettuata un’importante sperimentazione di accessibilità, con uno stand appositamente e opportunamente allestito per accogliere persone con disabilità e permettere loro la fruizione delle diverse componenti dell’evento (degustazioni, formazione, esperienze, etc.);

· è a sostegno della candidatura della città di Lecce a Capitale Europea della Cultura 2019.

 

Leggi il seguito di questo post »

PERCHÈ “LA GRANDE BELLEZZA” HA CONQUISTATO IL MONDO

Postato il

Carlo Verdone - Toni Servillo
Carlo Verdone – Toni Servillo

“Me ne vado Jep, Roma mi ha molto deluso.” A non deludere il suo pubblico è stata invece proprio lei, la Roma vista e raccontata da Sorrentino per bocca ed occhi di Toni Servillo alias Jep Gambardella. Il riconoscimento quale miglior film straniero, agli Oscar 2014, non è arrivato come un fulmine a ciel sereno, ma è stato annuciato gradualmente dal pubblico entusiasta e da una critica non sempre concorde. Gli European Film Awards, i Bafta Awards ed il Golden Globe non hanno fatto altro che confermare quanto l’ultima fatica di Sorrentino, sicuramente la più grande, stesse confermando le aspettative.Impossibile, poi, non citare i Nastri d’argento che hanno premiato, oltre alla fotografia magistrale di Luca Bigazzi, anche il non protagonista puro ed ingenuo di Carlo Verdone, Romano, fondamentale per la narrazione dell’altra faccia della Roma servilliana.
“Le vedi queste persone? Questa fauna? Questa è la mia vita. E non è niente.”

Toni Servillo "Jep Gambardella"
Toni Servillo “Jep Gambardella”

Ma perché “La grande bellezza” ha conquistato cuori e menti dell’occidente cinematografico? In prima istanza, la risposta è da ricercare nella sua cornice principale: una fotografia che immortala una Roma “metafisica” (come ha amato definirla Carlo Verdone) silente ed elegante che osserva i bislacchi personaggi che invadono le terrazze con feste mondanamente pacchiane; una colonna sonora di prim’ordine che arricchisce ancora di più la preziosità dell’opera di Servillo che, tra lirica e classica, inserisce anche un Venditti malinconico e più contemporaneo. Solitudine, cinismo e sentimento. Sono queste le costanti, entrando più nel dettaglio, che danno spirito e sostanza a “La grande bellezza”.
“Sull’orlo della disperazione, non ci resta che farci compagnia, prenderci un po’ in giro!” Leggi il seguito di questo post »

LECCE: DOMENICA 2 MARZO AL PAISIELLO “LA NOTTE DELLA LIBERTÀ”

Postato il

Concerto di chiusura “La notte della libertà” Musica Klezmer con il duo Stellerranti

stellerranti2LECCE – Si terrà domenica 2 marzo, alle ore 21, presso il Teatro Paisiello di Lecce, ad ingresso libero, il concerto del duo artistico “Stellerranti” dal titolo “La notte della libertà”. E’ il concerto che chiuderà la mostra fotografica abbinata alla Giornata della Memoria dal titolo “Scene di vita dal ghetto di Varsavia”, la quale ha aperto i battenti presso Palazzo Vernazza il 28 gennaio scorso e che resterà aperta al pubblico, appunto, fino a domenica 2 marzo.

“La notte della libertà” è uno spettacolo di musica Klezmer con Cinzia Bauci (voce contralto) e Pier Gallesi (fisarmonica, percussioni), con l’accompagnamento di Mauro Sabbione (tastiere, pianoforte, ex membro dei Matia Bazar e Litfiba) e di Ezio Ferraris (attore e voce narrante). Il Klezmer è un genere musicale di tradizione ebraica, il termine nasce dalla fusione delle parole kley e zemer, letteralmente strumenti di canto. Fonde in sé strutture melodiche, ritmiche ed espressive che provengono dalle differenti aree geografiche e culturali (i Balcani, la Polonia e la Russia) con cui il popolo ebraico è venuto in contatto.

La mostra fotografica “Scene di vita dal ghetto di Varsavia”, come già accennato, è visitabile fino a domenica 2 marzo a Lecce presso palazzo Vernazza, vico Vernazza (p.tta Pellegrino), dalle ore 10 alle 12 e dalle 17 alle 20.30. E’ organizzata da Francesco Caramuscio, Francesco Barbati, Furio Biagini, Valentina Vantaggio, Daniele De Luca (Università del Salento), Simone Rollo (Officine Ergot) e Paolo Paticchio (Associazione Terra del Fuoco Mediterranea), l’ingresso è libero.

Per prenotare una visita guidata alla mostra telefonare al numero 329.8571502.

TORCHIAROLO: DATO IL VIA ALLA NUOVA TOPONOMASTICA

Postato il

dopo il rondò è l’ora della toponomastica

piazza torchiaroloTORCHIAROLO – Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma del sindaco di Torchiarolo, Giovanni Del Coco, circa la nuova toponomastica comunale:

L’Amministrazione comunale è lieta di informare la cittadinanza che, dopo la conclusione dei lavori relativi alla nuova rotatoria situata, nella zona sud, nei pressi del Campo sportivo e del Palazzo comunale, con il duplice risultato del perseguimento di una maggiore sicurezza stradale e di un miglioramento estetico (apprezzatissima l’idea della “meridiana”) dell’ingresso al paese, nei prossimi giorni si darà il via alla concreta realizzazione della nuova toponomastica revisionata. Inizierà infatti la collocazione delle targhe mono e bi-facciali in alluminio estruso, a bandiera e a muro. Le prime pose in opera riguarderanno n. 16 cartelli bifacciali, collocati su palo, che indicheranno le altrettante “uscite” della litoranea che collega i vari lidi ricadenti in agro di Torchiarolo, dall’uscita 1 di Torre San Gennaro all’uscita 16 in località Canuta. Ciò all’evidente scopo di favorire l’individuazione e la rintracciabilità dei vari punti all’interno della viabilità delle nostre marine, a beneficio, in particolar modo, dei mezzi adibiti al pronto soccorso e al pronto intervento in genere. Subito dopo si procederà alla collocazione dei cartelli con l’indicazione dei nomi delle vie all’interno del paese. Infine, non appena possibile, si collocheranno i cartelli e le targhe nelle marine di Torchiarolo.
Ogni cartello, ogni targa e, successivamente, ogni targhetta con i numeri civici, per le private abitazioni, riporterà lo stemma del Comune, stampato a colori con laminazione UV contro gli agenti atmosferici.
Si porta a realizzazione, con ciò, uno dei punti salienti del programma che si era dato l’Amministrazione che ho l’onore di guidare, mettendo finalmente mano alla risoluzione di un problema pluridecennale del nostro Comune, che creava grossi disagi non solo ai cittadini residenti ma anche ai forestieri che si trovavano a percorrere le nostre strade. A nessuno sfugge, infatti, l’importanza che ha la realizzazione della toponomastica e della numerazione civica di un paese, evento fondamentale destinato a perdurare negli anni.